7 giorni. Quanto basta per ri-partire o…

Lo sapevi che l’82% dei Buoni Propositi, a livello Mondiale, viene tradito nei primi 7 giorni?

Sono trascorsi solo pochi giorni dall’inizio dell’anno e forse da poco hai ripreso a lavorare “a pieno ritmo”, grato all’ufficio per avere la possibilità di smaltire le miriadi di cene pantagrueliche fatte , ma tutto sommato triste per aver abbandonato il periodo di ferie.

Ma qui viene il bello! Con l’inizio dell’anno ognuno di noi sente di poter ripartire, togliere il peso accumulato nell’anno precedente (o negli ultimi 10gg) e veleggiare verso nuovi obiettivi e nuovi traguardi…verso una nuova vita.

E noi siamo particolarmente appassionati alle seconde vite, lo sai.

Dicevamo, dunque, dei propositi… traditi nella maggior parte dei casi non tanto perché manchi la motivazione, ma perché non si sa concretamente COSA FARE per raggiungerli.

Bene, tra le mille tecniche proposte te ne consigliamo una di reverse engineering…più semplicemente detta “parti dalla fine”!’

  1. La fine= Definisci il tuo obiettivo (in positivo): cosa vuoi raggiungere entro quando? che parametro userai per monitorare i tuoi progressi e stabilire se hai raggiunto l’obiettivo o no?
  2. La partenza= Definisci da dove parti e che risorse hai.
  3. Cosa ti serve per colmare il gap tra dove sei e dove vuoi arrivare?
  4. Dove vai a prendere ciò che ti manca e che azioni puoi fare una dopo l’altra per arrivare dove vuoi?

Diciamo “parti dalla fine” perché proprio stabilendo dove vorrai essere fra un anno (acquistare solo prodotti “di stagione “ o a “km zero” ad esempio) puoi, a ritroso, costruire la strada che ti porta fino alla partenza di oggi.  E quindi fare scorta di prodotti “non di stagione” a dicembre comprandoli in luglio se ti servono certi ingredienti per il dolce di Natale (ad esempio), oppure organizzarti da un produttore italiano di pellet con amici, a Maggio, per avere la tua fornitura a km zero – ad Ottobre – ad un prezzo scontato.

Si lo sappiamo che non è tutto così semplice…ma un cammino anche complesso inizia dal primo passo : anche per uno stile di vita più sostenibile. Informarsi è l’inizio di tante avventure: ti sei mai chiesto come puoi spendere meno per le tue forniture senza per forza comprare all’estero o scendere di qualità?

Prendi il tempo che serve per informarti…e inizia a sperimentare.

Forse anche tu hai appena inaugurato il tuo anno ecologico con una stufetta a pellet, eppure ti chiedi ancora come poter trovare un pellet buono al cubo: per la tua stufa, le tue tasche e l’ambiente.

La risposta pratica più immediata è proprio questa: sperimenta! Acquista diversi tipi di pellet, chiedi in giro ad amici e conoscenti (agli installatori!), leggi online e su riviste.

Provali…

perché stufa e pellet sono un binomio da collaudare e sperimentare. Un po’ come un fidanzamento: vuoi davvero che la prima persona che incontri sia quella giusta?!

Ecco il mio augurio per quest’anno: sperimenta!